Skip to main content

Docente

Gianluca
Brezza

“Non è necessario che un regista sappia scrivere ma, se sa leggere, aiuta” Billy Wilder

“La semplice regia è il lavoro più facile del mondo” Orson Wells

Contattaci Ora!

Biografia

Gianluca Brezza è un regista e autore.

Ha diretto fiction e sit-com per ragazzi (Life Bites – Pillole di Vita e InTour su Disney Channel). Ha lavorato, prima da aiuto e poi come regista, nella fiction di lunga serialità (Vivere su Canale5) ...

Biografia completa

Programmi Didattici

MATERIA 1: PREPARAZIONE AL SET

PROGRAMMA DIDATTICO 

“Preparazione al set” è un modulo di insegnamento eminentemente pratico.  Lavorando su copioni di singoli sketch comici con struttura narrativa autoconclusiva, vengono preparate infatti le scene da girare successivamente sul set.

Per ogni modulo si lavora su tre differenti copioni, avendo così modo di trovare per ciascun allievo/a una parte adeguata da recitare.

Viene analizzato il copione da mettere in scena, cercando di capire il senso della stessa ed evidenziando il ruolo del protagonista, della spalla e l’eventuale intervento di un terzo attore. Si lavora poi sulle finalità e sugli stili dei personaggi coinvolti.

In questa “preparazione al set” si fa esperienza inoltre delle dinamiche tipiche che avvengono nella messa in scena di una fiction: il fatto ad esempio, di dover ripetere la scena da diversi punti di vista, per cui è necessario fissare i movimenti che si concretizzano nella recitazione; oppure il fatto che una scena può essere anche portata a termine con diversi pick-up, ossia con riprese del copione a partire da un certo punto in poi, senza necessariamente doverla recitare dall’inizio. Allenamento questo, molto utile sul set, dove il tempo è sempre prezioso e saper tenere la concentrazione per recitare anche in fasi spezzettate e non organiche all’insieme del copione è una caratteristica molto utile per l’attore di fiction.

METODO 

Il regista che segue questo modulo di insegnamento svolge l’attività di actor coaching con gli allievi coinvolti, finalizzato alla messa in scena dei copioni scelti. La lettura delle parti sarà, all’inizio, decisa in maniera casuale. E solo in un secondo momento verranno assegnati i ruoli, a seconda delle caratteristiche e delle attitudini dei diversi allievi.

Concretamente si lavora su:

  • Lettura “da tavolo” in cui gli allievi prenderanno confidenza con il testo
  • Individuazione di snodi narrativi importanti e svolte comiche e drammaturgiche della scena
  • Resa discorsiva del copione e risoluzione di eventuali problematiche di interpretazione che eventualmente dovessero sorgere durante la lettura
  • Assegnazione delle parti cercando di assecondare le inclinazioni e le propensioni dei diversi allievi.
  • Assegnate le parti in copione ogni singolo allievo lavorerà con l’insegnante per dare al suo personaggio verità, originalità ed una eventuale caratterizzazione comica.
  • La fase conclusiva del modulo sarà quella di provare le scene con le azioni che avverranno all’interno del singolo sketch e che si andranno poi a riprodurre concretamente sul set.

OBIETTIVI FORMATIVI 

Il modulo di preparazione al set, è propedeutico (e dalla frequenza obbligatoria) allo svolgimento della prova finale del corso.

Al termine di queste lezioni è previsto che l’allievo/a sia in grado di analizzare ed interpretare la scena assegnata e che, soprattutto, sia pronto ad affrontare il set e le dinamiche particolari di tempo e di luogo che lo contraddistinguono.

 

MATERIA 2: MESSA IN SCENA

PROGRAMMA DIDATTICO 

In un set dalle caratteristiche compatibili con un vero e proprio set professionale, ossia con tutte le figure normalmente necessarie alla realizzazione di una qualunque fiction (regista, dop, fonico, scenografo, operatore, aiuto regista, trucco&parrucco, elettrico, macchinista, etc. etc.), verranno messi in scena gli sketch che vengono “studiati” nella fase di preparazione.

METODO 

Gli allievi avranno l’opportunità di seguire il regista nella predisposizione della scena mentre racconta al dop e all’operatore le azioni che gli attori svolgeranno sul set: posizioni, movimenti, etc. In questa fase si scoprirà inoltre il tipo di riprese che il regista vorrà eseguire e di conseguenza la tecnica che verrà utilizzata per le riprese (mdp su cavallo, su carrello, su dolly, uso eventuale della steadycam, etc.). Ed infine si scoprirà anche il tipo di tagli di inquadratura che si vorranno realizzare per la messa in scena dello sketch (piano sequenza, tot e poi pp, etc.

A seguire, mentre i tecnici e il dop andranno a realizzare il set, verrà utilizzato il tempo di preparazione per riprendere il copione in mano e di fronte al regista, gli allievi ripasseranno tutte le cose fissate in fase di preparazione.

Quando il set sarà allestito, partiranno le prove con tutti i movimenti, le azioni e le posizioni che concretamente si andranno a realizzare. In questa fase il dialogo tra regista, dop e operatore può produrre delle piccole modifiche in funzione di una migliore resa della scena, anche in relazione al set preparato e alla tecnica di ripresa scelta. E l’attore/attrice sarà parte attiva ed integrante di questo processo.

Si procede con una prova tecnica con le mdp. Il regista darà le ultime indicazioni agli attori e infine si registrerà la scena.

OBIETTIVI FORMATIVI 

La prova sul Set è uno degli esami finali del percorso accademico. L’occasione in cui vengono messe in pratica le competenze acquisite durante il periodo formativo.

L’obiettivo è di far vivere l’esperienza di un vero Set, mostrandone l’organizzazione e il lavoro della troupe nel dettaglio, in modo che l’allievo/a sia consapevole delle attività che compongono la realizzazione di una scena.

Contattaci Ora!

Scegli il corso che prediligi, ti ricontatteremo per informazioni o per la richiesta di ammissione.
Ti risponderemo al più presto

DICHIARO di aver preso visione della Privacy Policy.
ACCONSENTO al trattamento dei miei dati personali, per essere contattato via email, telefono, WhatsApp e/o Newsletter, aventi finalità di marketing o remarketing.
Close Menu