Gli Allievi di Accademia Artisti hanno sostenuto in webinar un incontro con Antonella Elia

Antonella Elia ha una lunga carriera alle sue spalle, ma non tutti sanno come la showgirl torinese abbia esordito e per cosa si sia contraddistinta nel mondo dello spettacolo. L’esuberante bionda ha incominciato insieme al grande Corrado nello storico varietà di Canale 5 “La Corrida – Dilettanti allo sbaraglio”. Per Antonella Corrado è stato un vero e proprio pigmalione.

Successivamente la sua carriera ha preso il volo: è stata protagonista della prima edizione di “Non è la Rai”, affiancando Enrica Bonaccorti nella conduzione; dal 1993 al 1996 è stata la spalla di Raimondo Vianello nel programma calcistico Pressing, su Italia 1, e si è guadagnata il titolo di “storica valletta” di Mike Bongiorno, per averlo affiancato in molti programmi di successo (Festival italiano, Bravo bravissimo, La ruota della fortuna). Ma non solo, nel 1997 è stata la prima conduttrice di “Zelig – Facciamo Cabaret” con Claudio Bisio. Oltre a fare televisione, la bella Elia si è dedicata anche alla recitazione: è stata una delle protagoniste della fiction “Caro Maestro” e si è recata negli Stati Uniti per affinare la sua tecnica di recitazione, per poi comparire come figurante in diversi colossal americani (Ocean’s twelve, The Terminal, The Aviator etc.).

Tornata in televisione dopo diversi anni, ha partecipato a molti reality show. È stata per ben due volte concorrente dell’Isola dei Famosi: nel 2004, quando ha lasciato il segno per il suo litigio con Aida Yespica, e nell’edizione del 2012, che ha vinto. Mentre fra il 2017 e il 2018 ha portato la sua simpatia contagiosa a Pechino Express, docu-reality al quale ha partecipato insieme alla sua amica Jill Cooper, e a Tale e Quale Show, dove le sue camaleontiche imitazioni hanno impressionato piacevolmente i giudici. Insomma, Antonella Elia non finisce mai di stupirci.

 

Giuseppe Calabrese per Accademia Artisti